Poker d'assi

Post date: Jun 16, 2014 1:47:04 PM

Ancora un weekend molto intenso per i nostri portacolori, impegnati su 4 diversi fronti e in tutte le occasioni "a podio".

Sabato 14 e domenica 15 giugno, ad Oncino (CN), si sono svolti i Campionati italiani di Corsa in Montagna, prima prova di salita e discesa. La pioggia continua aumenta la difficoltà per gli atleti ma non impedisce a Francesco Breusa e Davide Genre di agguantare un prestigioso 2º posto nella classifica a staffetta, alle spalle di Samuele Nava e Mirco Colombo dell'Atletica Erba. Dopo la frazione di contenimento di Francesco, Davide con una splendida rimonta, risale dalla decima posizione al secondo gradino del podio e sigla il miglior tempo della seconda frazione (19'37).Il giorno dopo, sono di scena le categorie assolute: sugli 8 km riservati agli juniores maschili, vinti come da pronostico da Nadir Cavagna dell'Atletica Valbrembana, Diego Ras conduce un'ottima gara e dopo un'avvincente battaglia con Alberto Vender e Martino De Nardi, chiude ai piedi del podio in 42'10.Nella foto: Davide Genre e Francesco BreusaSempre domenica, ancora Campionato di Società, questa volta della categoria Ragazzi/e, a Novara: già partiti per le vacanze molti dei nostri atleti, il risultato di squadra non va oltre un 8º posto maschile, ma a livello individuale Robert Neagu ottiene un ottimo 2º posto sui 60 piani in 8'15, Lorenzo Portis è 3º nel peso con il nuovo personale a 10.84, Andrea Moreschi all'esordio nei 2 km di marcia ottiene un buon 4º posto con il tempo di 13'21"78, Omar Masuzzo Castagna nel salto in alto supera l'asticella a 1.37, quota che gli vale il 5º posto e la 4x100 si migliora a 55"78, 5º anche in questo caso. A livello femminile un plauso ad Elisa Tron (60m in 9"69) e Giulia La Grotteria (1000 in 3'37"08), rimaste le uniche a difendere i nostri colori insieme ad una sfortunata Giulia Sardo, che non riesce a concludere la sua gara dei 60 hs per la caduta di una avversaria che le blocca la strada.

[Clicca qui per i risultati.]

Sabato a Donnas si è svolta la seconda fase del Campionato di Società assoluto su pista. Anche qui le condizioni meteo ostacolano i risultati: invece del solito vento a favore, piove e il vento è contrario al rettilineo di arrivo, ma ciò nonostane Agnese Mulatero si impone negli ostacoli alti (h 0,84) in un buon 14"55 che eguaglia il suo personale. Il mercoledì precedente, nel meeting Atletica d'Estate a Torino, Andrea Morat aveva abbondantemente limato il record personale sui 200m, portandolo a 22"87. [Clicca qui per i risultati di Donnas.] [Clicca qui per i risultati di Torino.]

Fidenza (PR) sempre domenica 15, ha dato vita al I Trofeo Città di Fidenza – Memorial Domenico Luigi Pratizzoli, gara per rappresentative Regionali della categoria cadetti/e; dodici le regioni presenti all’ex Trofeo Ceresini che da sempre rappresenta l'appuntamento più importante della prima parte di stagione per il movimento giovanile: con il Piemonte, 5º, e i padroni di casa dell’Emilia Romagna (secondi classificati), in gara c’erano Lombardia (squadra vincitrice del Trofeo), Lazio (terzi classificati), Venero (quarti classificati), Toscana, Friuli Venezia Giulia, Alto Adige, Marche, Liguria, Trentino, Valle d’Aosta. All'importante risultato finale di squadra hanno contribuito anche due nostre atlete: Elisa Palmero in gara nei 1000 ed Emanuela Ghisolfi impegnata nel peso (assente per infortunio Amanuel Falci al quale vanno i migliori auguri di una rapida guarigione). Elisa conquista una delle due medaglie di bronzo della squadra: in una gara corsa per la prima metà su ritmi non forsennati (1'31"4 il passaggio ai 500), controlla le avversarie e riesce a mantenere la scia di Nikol Marsura quando Marta Zenoni, nettamente superiore in questo momento, lancia la volata lunga; sul rettilineo finale dà vita a un emozionante testa a testa proprio con Nikol ma il personale di 2:57.94 non le basta per agguantare le seconda piazza: poco male perchè i progressi evidenziati sono un ottimo viatico per il prosieguo di stagione. Nel lancio del peso esordio in Rappresentativa per una emozionata Emanuela: reagisce bene alla pressione di gara e piazza subito un buon lancio sopra gli 11 metri per poi migliorarsi ancora al terzo tentativo con la misura di 11,47 che rappresenterà poi la migliore della serie. Il 5º posto finale conferma il suo valore rispetto alle avversarie e deve diventare il trampolino di lancio per raggiungere i fatidici "12 metri", obbiettivo della stagione. [Clicca qui per i risultati.]Nelle foto: Emanuela Ghisolfi ed Elisa Palmero.